Ad Menu
"la vita non si misura in anni, ma col numero degli attimi che ti lasciano senza respiro..."

Frase trovata nel diario di un bivacco

PASSO DELL'ARCO

Arco naturale di roccia

AVVICINAMENTO IN AUTO
Il punto di partenza si trova nei pressi dell’abitato di Sappada (BL) in corrispondenza di un ponte sul Piave a sud della borgata Bach. Ampia possibilità di parcheggio (m 1200).
ESCURSIONE A PIEDI
Dal parcheggio superiamo il ponte di poche decine di metri e a un trivio, pur in mancanza di segnaletica seguiamo la strada forestale che si stacca a sinistra perpendicolarmente al corso d’acqua. Molto più avanti avremo conferma della correttezza della nostra scelta.  Con pendenza accentuata entriamo in un fitto bosco di conifere e, senza troppi motivi d’interesse, giungiamo al bivio per il Rifugio Monte Siera (m 1342, 30’). Appena oltre, iniziamo a risalire il fianco nord-occidentale del Monte Siera che con alcuni tratti in cengia assistiti da funi metalliche ci permette di prendere quota e ammirare, così, la vallata di Sappada che si staglia sullo sfondo del Monte Ferro e della cresta omonima. Pareti quasi verticali ci separano dal Rio Siera che scorre fragoroso alla nostra destra
.......................... ...................... .............................
placca rocciosa esposta con le protezioni crollate che va superata con molta attenzione. Giunti al bivio col n.317 (m 1550, 1h 20’) seguiamo quest’ultimo che dopo aver perso alcune decine di metri per attraversare l’impluvio vallivo inizia a risalire il fianco orientale del Col dei Mughi. Ora il sentiero di fa sicuro e con pendenza moderata, ma costante, attraversa un bel bosco di faggi (rari a questa quota) per aprirsi di nuovo verso il Creton di Clap e il Cadin delle Vette Nere, mentre alle nostre spalle troneggia sempre di più l’imponente mole del Monte Siera. La fine del percorso à caratterizzata da una presenza crescente di mughi che ci accompagnano negli ultimi tornanti fino alla sella del Passo dell’Arco (m 1907, 2h 45’). Il nome del luogo deriva dalla presenza, proprio sul valico, di un possente arco naturale di roccia dal cui foro si può osservare lo sviluppo del ripidissimo sentiero che scende sulla valle apposta.
Dalla forcella il panorama spazia a ovest sulle Cime Terza Grande, Media e Piccola, mentre a nord, oltre il Monte Ferro, si intravede la svettante cima del Monte Rinaldo.
In mezzo ai mughi, ai piedi dell’incombente Cima di Riobianco e al riparo dal vento, sostiamo a lungo per consumare il nostro pranzo al sacco, quindi rientriamo percorrendo a ritroso lo stesso sentiero (m.1200, 6h).

Principali motivi di interesse: gli scorci panoramici, nella prima parte del percorso, su Sappada e sul Monte Ferro; il selvaggio ambiente dolomitico offerto dalla seconda parte alta del percorso; l’arco naturale.


DIFFICOLTA': E
DISLIVELLO: 770 m
LUNGHEZZA: 12 km
TEMPO (comprese le soste): 6 ore
CARTA: Tabacco n.1, scala 1:25000

Foto del 24.08.2012
Sappada e Monte Ferro

Salita al Passo Siera

Monte Siera

Centaurea

Parte malandata del sentiero

Panorama verso Sappada e Monte Ferro

Salita al Passo dell'Arco sullo sfondo del Monte Siera

L'arco naturale di roccia

L'arco naturale di roccia col sentiero che scende 
ripido sulla valle opposta

Monte Terza Piccola

Monte Ferro e, dietro, vetta Monte Rinaldo

Passo dell'Arco

Passo dell'Arco con la Terza Grande 
che spunta fra le nubi 

Discesa sullo sfondo di Sappada


1 commento:

Górska_Kozica ha detto...

Beautiful views. It is a bit pity because I don't understand italian. I will visit your blog anyway ;)